CANNOCCHIALI NELLO STAGNO 

Gli studenti dell'Istituto Comprensivo di Cabras sono i protagonisti di una serie di eventi dedicati al tema dell’educazione all’ambiente e della sostenibilità con focus particolare sulle zone umide.
I ragazzi sono portati ad acquisire una maggiore coscienza ambientale sulla valenza delle zone umide per assumere un approccio responsabile verso questi ambienti dai fragili equilibri.

Il percorso è composto da 5 incontri partendo da un momento introduttivo in aula seguito da attività laboratoriali sul campo, a contatto diretto con gli ambienti ed i loro abitanti: uomini, animali e piante dello Stagno di Cabras e di S. Teodoro.
Ciò permetterà anche di valutare come la diversità del contesto geologico-geomorfologico dei due ambienti possa influire in maniera rilevante sulla vita delle specie vegetali e animali di una zona umida e come queste differenze, combinate con un diverso contesto socio culturale, condizionino anche lo svolgimento delle attività produttive ed economiche che insistono sulla stessa.

Il titolo del progetto, CANNOCCHIALI NELLO STAGNO, sintetizza la modalità operativa della scoperta dell'ambiente stagnale. Attraverso il birdwatching, i ragazzi vengono introdotti alla conoscenza ed alla riflessione sull’importanza della presenza di specie di uccelli che hanno addirittura determinato la necessità di una tutela a livello comunitario di queste zone.
Tema di una delle giornate è un' “avventurosa missione esplorativa” in cui i ragazzi impersonano i ruoli classici dell'esploratore come il topografo, il botanico, lo zoologo, il cronista, il fotografo, etc. e realizzano una vera e propria mappa cartacea che riporta tutti gli elementi del territorio esplorato.

Lo scopo finale è quello di far apprendere le valenze naturalistiche del territorio e far scoprire l'importanza delle relazioni ecologiche tra gli uccelli e l'ambiente circostante, approcciando i ragazzi ai concetti di "associazione", "comunità", "habitat" ed "ecosistema".
In ultima analisi si arriva a capire come le funzioni ecologiche possono intrecciarsi con le funzioni economico-produttive e come la ricerca della sostenibilità nell' "utilizzo" delle zone umide non si debba considerare come una possibilità ma piuttosto come una necessità, per garantire la continuazione delle funzioni da esse svolte anche per il futuro.

Il progetto è finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna all'interno del Progetto ZOUMATE “Zone Umide: Ambiente, Tutela, Educazione”nell’ambito del Programma Transfrontaliero Italia - Francia Marittimo 2007-2013, per un importo totale di  €5.000.

Stampa la pagina Stampa la pagina    |    Stampa la pagina Invia a un amico    |    Condividi sui tuoi social network: Facebook Twitter Buzz Del.icio.us Digg Google Ok Notizie Stumbleupon Yahoo MyWeb
                                              

      
          
                               
        
        
        

@ Area Marina Protetta "Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre"
Corso Italia, 108 Cabras (OR) ITALY  telefono 0783/391097  fax 0783/399493  e-mail info@areamarinasinis.it

Tutti i diritti riservati Credits: Jservice srl realizzazione Siti Web