gli stagni e le lagune

L’origine degli stagni del Sinis è dovuta all’isolamento di tratti di mare determinato dalla formazione di cordoni sabbiosi, paralleli alla costa: esempio evidente è la laguna di Mistras.
Tutto deriva dal naturale e progressivo riempimento di sedimento che ha modellato il paesaggio di pianura entro il quale si sono evolute le zone umide, cosi come oggi le vediamo.
La loro evoluzione è legata all’accumulo progressivo di detriti e di sedimenti, trasportati dai fiumi verso il mare, e da questo “ricacciati”, per cosi dire, verso la costa.
Sono questi due fenomeni opposti, che nel tempo hanno determinato l’accumulo di detriti e che, progressivamente, sono “cresciuti” in altezza fino a riaffiorare in corrispondenza del punto di equilibrio tra le due opposte forze.
Diversa è invece l’origine degli stagni retrodunali di “Chea Sa Zibba” e “Mari Ermi”, senza alcuna comunicazione diretta col mare, se non nei momenti di burrasca: sono stagni temporanei, soggetti al completo prosciugamento durante la stagione calda e secca, le cui acque provengono dal mare che supera il cordone di sabbia (anche infiltrandosi tra la sabbia) e dal dilavamento da parte delle acque meteoriche del territorio retrostante.
Lo stagno e la laguna di Mistras, sono grandi sistemi di acque in continuo, anche se a volte lento, movimento: masse d’acqua dolci e salate che miscelandosi favoriscono la montata dei pesci nelle lagune, attraverso le bocche di comunicazione con il mare e i canali.
In considerazione dell’elevato valore naturalistico e ambientale, e per le necessità di conservazione tali zone umide costiere sono tutelate da convenzioni internazionali e da differenti livelli normativi.
Sono identificati, infatti, come Siti Ramsar (Zone Umide di Importanza Intenazionale), Siti di Interesse Comunitario, ai sensi della Direttiva Comunitaria 92/43 e Zona di Protezione Speciale, secondo quanto previsto della Direttiva Uccelli 2009/147/CE che sostituisce la precedente Direttiva 79/406/CEE).



Vista aerea del centro urbano di Cabras e del sistema di stagni e lagune


Stampa la pagina Stampa la pagina    |    Stampa la pagina Invia a un amico    |    Condividi sui tuoi social network: Facebook Twitter Buzz Del.icio.us Digg Google Ok Notizie Stumbleupon Yahoo MyWeb
                                              

      
          
                               
        
        
        

@ Area Marina Protetta "Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre"
Corso Italia, 108 Cabras (OR) ITALY  telefono 0783/391097  fax 0783/399493  e-mail info@areamarinasinis.it

Tutti i diritti riservati Credits: Jservice srl realizzazione Siti Web