La Posidonia oceanica

Grazie alla presenza di una estesa prateria di P. oceanica, che in alcuni punti è possibile ritrovare quasi emergente e che arriva oltre 40 metri di profondità, l’ecosistema marino si presenta ricco di vita, di comunità di organismi animali e vegetali nelle più svariate forme, dimensioni e colori. La P. oceanica, occupa nell’ecosistema marino un ruolo fondamentale per la complessità delle funzioni che svolge.
Offre ospitalità a molti organismi, che nei differenti stadi della loro vita trovano le condizioni ideali per riprodursi, per crescere e per alimentarsi. Questa pianta marina contribuisce inoltre alla produzione di ossigeno, arrivando a generarne circa 14 litri per metro quadrato attraverso la sintesi clorofilliana che avviene nelle sue foglie.
La sua presenza, in particolare sotto costa, attenua efficacemente gli effetti del moto ondoso, proteggendo il litorale antistante dai fenomeni erosivi che possono innescare incontrollabili processi d’arretramento delle spiagge emerse e di trasporto dei sedimenti. È ormai ampiamente conosciuta l’importanza delle funzioni di protezione della P. oceanica spiaggiata lungo i litorali; attenuando la forza delle onde e trattenendo la sabbia protegge efficacemente gli arenili dai fenomeni di arretramento. La P. oceanica è una specie dai tassi di crescita molto lenti e l’innesco di processi erosivi può avvenire sia a causa della pesca a strascico (peraltro illegale), sia a causa dell’azione delle ancore utilizzate dalle imbarcazioni da diporto: queste pratiche provocano interruzioni nella continuità del manto sulle quali intervengono le correnti asportando sedimento. È quindi importante valutare lo stato di conservazione di questo habitat, indicatore di un buon grado di qualità ambientale e di conservazione. È altresì importante controllare i fattori che ne possono alterare le caratteristiche e le attività che possono far diminuire o alterare i livelli funzionali. 


















Un esemplare di cernia dorata tra la P. oceanica                        Ciuffi di P. oceanica presso la secca del Carosello



Stampa la pagina Stampa la pagina    |    Stampa la pagina Invia a un amico    |    Condividi sui tuoi social network: Facebook Twitter Buzz Del.icio.us Digg Google Ok Notizie Stumbleupon Yahoo MyWeb
                                              

      
          
                               
        
        
        

@ Area Marina Protetta "Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre"
Corso Italia, 108 Cabras (OR) ITALY  telefono 0783/391097  fax 0783/399493  e-mail info@areamarinasinis.it

Tutti i diritti riservati Credits: Jservice srl realizzazione Siti Web